Nel momento in cui si decide di passare al mondo delle due ruote, si sa, l’impazienza la fa spesso da padrona.

In questi casi, giovani e meno giovani si trovano a dover fare i conti con la burocrazia relativa al conseguimento della patente che abilita alla guida dei motoveicoli. In seguito al superamento dell’esame teorico, viene rilasciato da parte della Motorizzazione Civile il cosiddetto foglio rosa, che autorizza chi lo possiede ad esercitarsi alla guida in vista dell’esame pratico. Queste esercitazioni, tuttavia, sono soggette ad importanti regole, che devono essere ben conosciute e strettamente applicate per evitare di incorrere in sanzioni. Inoltre, le norme che regolano la guida in questa particolare situazione vanno ad influire sull’assicurazione moto con foglio rosa. Per questo motivo risulta utile fare chiarezza sull’argomento.

Il Codice della Strada prevede, come già ricordato, che coloro i quali abbiano superato con successo l’esame teorico per il conseguimento della patente A possano ottenere il foglio rosa ed esercitarsi alla guida solo su strade secondarie e poco trafficate. Quest’ultima circostanza è fondamentale anche perché, per ovvie ragioni, al contrario di quanto avviene con la patente B, colui che si esercita alla guida di una moto non può avere al suo fianco un istruttore che possieda patente analoga da almeno dieci anni.

Una volta comprese le regole per l’utilizzo del foglio rosa, va prestata la massima attenzione al capitolo assicurazione.

Leggere tutte le clausole del proprio contratto di assicurazione è il primo passo da compiere. Questo perché l’assicurazione moto con foglio rosa comporta determinate restrizioni, ed è bene evitare di incappare in situazioni spiacevoli proprio all’inizio del proprio curriculum da motociclista.

Tenendo da parte le clausole più specifiche, che possono distinguere una compagnia da un’altra, in generale vanno seguite le norme che regolano la guida con il foglio rosa. Esercitarsi su strade secondarie e poco trafficate si rivela essere il requisito principale per evitare, in caso di sinistri, una rivalsa dell’assicurazione sul conducente. Infatti, in qualsiasi caso la polizza copre persone e mezzi danneggiati dal conducente della moto, ma nella mancata osservanza delle regole del foglio rosa la compagnia può rivalersi sull’intestatario del contratto di assicurazione.
Esattamente come avviene per l’Assicurazione Auto, chi stipula il proprio contratto tramite un sito di Assicurazione Auto Online può trovare informazioni sull’argomento direttamente sul sito o contattando telefonicamente la compagnia.