Quando parliamo di assicurazioni auto aziendali ci riferiamo a contratti di assicurazione su veicoli detenuti, a titolo di proprietà o leasing, dalle aziende per i propri dipendenti.
La peculiarità di questi contratti assicurativi è quella che il contraente della compagnia assicurativa è un’azienda, come tale iscritta dunque presso la Camera di Commercio della provincia in cui essa ha residenza legale e in possesso delle licenze e delle regolari iscrizioni agli albi che la sua specifica attività potrebbe richiedere.
Un’altra caratteristica delle assicurazioni auto aziendali riguarda invece le polizze in senso stretto: i contratti emessi dopo il primo, anche con decorrenza diversa, possono prevedere la sua stessa scadenza.
Per il resto, la gestione dei singoli contratti di polizza segue l’identico iter di quelli ordinari, compreso il diritto di conservare la propria classe di merito, ed ottenere il relativo ‘Attestato di Rischio’, nel caso in cui si acquisti un’auto propria dopo aver fruito di un mezzo aziendale: un diritto riconosciuto soltanto dal 2006, a seguito del decreto Bersani e della conseguente introduzione del Regolamento Isvap n°4, modificato e aggiornato nel 2008 con il Provvedimento n°2590 dello stesso organo di vigilanza sulle Assicurazioni.

La sempre più crescente equiparazione per via legislativa e regolamentare tra i diversi canali assicurativi auto consente inoltre una più semplice individuazione del costo di un assicurazione auto aziendale: se fino a pochi anni fa il calcolo di un’assicurazione auto aziendale era di fatto riservato a pochi professionisti, oggi sono sempre più i broker che operano anche (o solo, in alcuni casi) online e che consentono all’utente di trovare quella che per lui potrebbe essere la migliore assicurazione auto aziendale.
Le piattaforme web di questi operatori permettono infatti di calcolare in pochi passaggi e gratuitamente il premio dell’assicurazione di un’auto aziendale secondo la tariffa e i criteri di personalizzazione validi al momento della stipula del relativo contratto. Una volta calcolato un preventivo online di un’assicurazione auto aziendale sul sito di un broker, questo, inoltre, è facilmente confrontabile con quelli ottenuti su altri siti concorrenti e così, come per il canale auto standard, è possibile trovare l’assicurazione auto aziendale più conveniente.

Nel ricercare la migliore assicurazione auto aziendale non possono tuttavia trascurarsi aspetti che vanno oltre il mero costo della copertura per Responsabilità civile.
L’azienda, ad esempio, che già al momento della stipula sa che durante alcuni periodi dell’anno le proprie auto non saranno utilizzate potrebbe essere interessata anche alla sospensione della polizza, un’opzione spesso, ma non sempre, annessa al contratto e da prendere seriamente in considerazione al momento del calcolo di un preventivo online di un’assicurazione auto aziendale.
L’azienda che viceversa vuole avere piena disponibilità dei mezzi ma solo in determinati periodi dell’anno, magari individuabili con una discreta certezza all’atto della stipula, potrebbe focalizzare l’attenzione sulle assicurazioni auto aziendali che offrono anche assicurazioni temporanee: una soluzione, quest’ultima, meno flessibile della precedente ma molto ‘gettonata’ oggi tra chi esercita attività d’impresa ciclica e stagionale.