Perché trasportare un animale in auto?

cane in autoChiunque possieda un cane  si sarà trovato (o si troverà) nelle condizioni di doverlo portare in auto: presso l’ambulatorio veterinario per il vaccino, all’ASL per il microchip (obbligatorio per tutti i cani nati a partire dal 2005), al negozio per il servizio di toelettatura, o semplicemente per un viaggio di piacere.

Ma come si trasporta il cane in auto? Quali sono le prescrizioni di legge? Quali invece le condizioni che consentono all’animale di viaggiare in maniera confortevole?

La legge e il trasporto dei cani in macchina

Il codice della strada si preoccupa   della sicurezza di chi guida. Al confort e alla sicurezza del cane dovrà  pensare il suo proprietario, cui starà la scelta, entro i parametri decisi dalla legge, della soluzione che più si adatti al suo fedele amico e al mezzo di trasporto a disposizione.

L’articolo 169 del Codice della strada disciplina proprio il trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore. Per quello che riguarda gli animali, l’articolo in questione prescrive di evitare tutte quelle condizioni che possano costituire impedimento o pericolo per chi conduce il veicolo.

Questo significa che possono salire in macchina uno o più animali domestici, purché legati con le apposite cinture di sicurezza o “custoditi in gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da una rete”.

La rete può essere del tipo amovibile oppure installata in via permanente; in quest’ultimo caso, tale sistema di sicurezza deve essere autorizzato dalla Motorizzazione Civile.

La violazione di queste disposizioni espone il conducente al rischio di un’ammenda da 85€ a 338€ e alla decurtazione di un punto dalla patente.

I sistemi per il trasporto

In commercio esistono almeno tre sistemi per il trasporto di un animale domestico in auto che sia sicuro e (nei limiti del possibile) confortevole.

Il kennel

Il più noto di tutti è sicuramente il kennel, chiamato anche trasportino. Si tratta di una gabbia, le cui dimensioni saranno scelte in base alla taglia dell’animale. È preferibile acquistarne un modello in plastica: più leggera da trasportare rispetto ad una in metallo, allo stesso tempo impedisce al cane in auto di ferirsi in caso di spostamenti, frenate brusche o altri movimenti inconsulti.

Il kennel è dotato di un sistema che consente di fissarlo adeguatamente all’auto, in modo da evitare che si muova durante la marcia dell’auto.

Se si adotta questa soluzione, è consigliabile abituare gradualmente il cane a restare rinchiuso all’interno di uno spazio angusto, prima di fargli affrontare qualsiasi viaggio: è impossibile far comprendere al cane che lo si sta facendo per la sua sicurezza; si potrà quindi convincerlo con coccole, giochi e bocconcini.

La cintura di sicurezza

Una seconda soluzione è offerta da una cintura di sicurezza per cani, dotata di tre punti di fissaggio. Questa va installata nell’auto (nella zona dei sedili posteriori o nel vano bagagli), mentre il cane indosserà un’imbragatura e tramite questa verrà bloccato alla cintura; è sufficiente un solo gesto per legare e slegare l’animale. Esistono modelli di cinture adatti a cani dai 7 kg ai 40 kg di peso.

È estremamente importante mettere in sicurezza infatti anche i cani di piccola taglia, perché anche loro, in caso di brusche frenate, oltre a correre il rischio di farsi male, possono rappresentare un pericolo per gli occupanti del veicolo.

La rete divisoria

La terza ed ultima soluzione è quella della rete divisoria rigida. Questa dividerà l’abitacolo in due parti, una riservata alle persone, l’altra ai cani. Può essere installata immediatamente dietro il sedile del conducente, oppure tra l’abitacolo e il vano porta bagagli.

Questo sistema è adatto per tutte le taglie di cani, ma risulterà indispensabile in particolare a quelli di grosso peso, per i quali non si possono utilizzare né il keller, né la cintura di sicurezza.

Altri suggerimenti per fare viaggiare gli animali in auto

Un altro elemento da tenere presente una volta che si intraprenda uno spostamento con il cane in auto è quello di non lasciarlo mai chiuso in macchina sotto il sole.

Oltre a fare soffrire inutilmente il cane, si rischia una condanna penale, così come prevista dall’articolo 727 del Codice Penale.

Tra gli accorgimenti da prendere durante il trasporto in auto del cane, ve ne sono alcuni che non sono prescritti dalla legge, ma che tuttavia è bene tenere presenti:

  • Non fare mai affacciare il cane dal finestrino
  • Far viaggiare il cane a stomaco vuoto
  • Mettere a disposizione del cane dell’acqua, perché possa reidratarsi
  • Evitare l’utilizzo dell’aria condizionata, ma garantire comunque un ricambio di aria fresca grazie ai finestrini
  • Prevedere delle soste durante il tragitto per consentire all’animale di muoversi
  • Avere sempre i documenti del cane, in particolare, in caso di viaggi all’interno dell’Unione Europea, richiedere il Passaporto per animali da compagnia, (il documento viene rilasciato dall’ASL, su semplice richiesta e passati 21 giorni dalla vaccinazione antirabbica).