Il Decreto Legge Bersani ha attuato modifiche ad ampio raggio nel campo dell’RC Auto intervenendo sulla durata dei contratti, sul divieto di esclusività per gli agenti, e soprattutto sull’attribuzione della classe di merito più bassa, tra quelle dei componenti della propria famiglia, ad un nuovo mezzo da assicurare.
In realtà, dovendo fare il calcolo per l’assicurazione auto con la Legge Bersani, non sempre si hanno le idee chiare, pertanto vediamo nel dettaglio chi rientra nei casi previsti dal Decreto.

Innanzitutto si individuano come potenziali fruitori della legge i membri del medesimo nucleo familiare, come dichiarato nello Stato di Famiglia, in ogni caso persone fisiche private, escludendo la possibilità di ottenere un preventivo per l’assicurazione delle auto aziendali.
A poter richiedere il calcolo dell’assicurazione auto con la Legge Bersani saranno: l’intestatario di una polizza attiva o sospesa che acquista un altro mezzo(nuovo o usato); un convivente o un familiare convivente (figlio/a) in pianta stabile, facente comunque parte del medesimo Stato di Famiglia.
Stabilito chi può richiedere preventivi per l’assicurazione utilizzando la Legge Bersani, vediamo in quali casi, i privati possono richiederne l’applicazione.

Il decreto è applicabile solo a mezzi appartenenti alla stessa tipologia settoriale: si potrà ottenere l’attribuzione della classe di merito fra auto e auto, e fra moto e moto; quindi acquistando un autoveicolo non si potrà stipulare un’assicurazione autosfruttando la classe di merito di un motociclo familiare.
Oltre che della medesima tipologia, il mezzo deve essere un nuovo acquisto, inteso sia come nuova immatricolazione che come usato: quindi il passaggio di proprietà da altro proprietario, o l’immatricolazione, non devono essere precedenti ai 12 mesi dalla sottoscrizione dell’RCA; in quest’ottica è chiaro come possono essere richiesti preventivi per l’assicurazione utilizzando la Legge Bersani solo la prima volta che un mezzo deve essere assicurato. La classe di merito acquisita permarrà poi nel tempo.

Prima di stipulare un’assicurazione online, o di compilare i campi per valutare i preventivi dell’assicurazione auto, se si rientra nella categoria di privati previsti dal decreto, sarà bene spuntare la voce calcolo dell’assicurazione auto con la Legge Bersani: il risparmio può essere cospicuo, e si va ad aggiungere a quello già di per se sostanzioso offerto da un’Assicurazione Auto Online. Fra tutte, anche per il 2014 ConTe.it si configura come la più conveniente per il portafoglio e la più ricca in servizi offerti ai propri clienti.
Coloro che non rientrano nei canoni previsti dalla Legge devono comunque calcolare il costo della propria assicurazione auto online: ci sarà il risparmio anche per loro.