La cosiddetta “Legge Bersani” – l. n.40 del 2 aprile 2007 – è intervenuta a razionalizzare il sistema delle assicurazioni RCA, prevedendo diverse facilitazioni per gli utenti. Come, ad esempio, la possibilità – quando si acquista anche un’auto di seconda mano – di fruire della medesima classe di merito di cui si gode per altra auto già in nostro possesso. Insomma, se abbiamo una macchina A assicurata con una polizza favorevole (i.e.: con classe di merito bassa) e compriamo una macchina B usata, possiamo estendere a quest’ultima la stessa favorevole polizza che copre i rischi della macchina A. Non solo: possiamo “far ereditare” la classe di merito bassa della nostra vettura A alla vettura B acquistata successivamente, anche se questa è intestata a nostro figlio, moglie, marito, fratello o altro familiare convivente.

Come detto – l’eventualità che l’ulteriore macchina acquistata non sia nuova non esclude l’applicazione della norma, purché questa sia appena stata comprata o comunque non sia ancora assicurata.

Assicurazione Auto low cost anche per i giovincelli!
Si tratta di una novità molto vantaggiosa soprattutto per i ragazzi “freschi di patente” che acquistano la loro prima auto, spesso usata: le vecchie norme, infatti, assegnavano automaticamente i neopatentati alla classe di merito più elevata.

In questo modo, invece, anche i 18enni potranno assicurare il proprio veicolo con una classe bonus/malus bassa o comunque non massima e, pertanto, potranno risparmiare (o far risparmiare a mamma e papà) delle belle cifre.

E quando un’auto viene “passata” di genitore in figlio? Anche in questo caso il figlio può beneficiare della stessa polizza intestata al padre o alla madre.

Ci sono tuttavia alcuni precisi criteri da rispettare per poter beneficiare del regime della Legge Bersani in materia di RC Auto; e sono:

– La polizza che si intende far ereditare al nuovo veicolo deve essere attiva;

– L’ereditarietà è possibile solo per i nuovi contratti, cioè per le vetture usate o nuove appena comperate e non ancora assicurate;

– La familiarità e la convivenza dei due intestatari (quando non siano la medesima persona, ovviamente) devono risultare dallo Stato di Famiglia, che deve essere presentato all’assicuratore, insieme al resto della documentazione di rito;

– I due veicoli in questione devono essere della stessa tipologia e, quindi, sarà impossibile – ad esempio – un trasferimento di classe di rischio fra auto e moto, auto e furgone (e viceversa) etc.;

– Entrambi gli intestatari devono essere persone fisiche, non aziende o enti dotati di personalità giuridica.

Inoltre, per usufruire delle agevolazioni previste dalla Legge Bersani sull’Assicurazione di un’Auto Usata di recente acquisto, non è necessario stipulare la nuova polizza presso la compagnia che copre i rischi della vettura già assicurata.